Pubblicato da: CSpadoni | 14 settembre 2009

L’internet del futuro? Sarà ‘fotonico’

Internet del futuro? Con le tecnologie fotoniche sarà più veloce, economico e richiederà minori consumi energetici

Grazie al CEIICP del Sant’Anna, Pisa ospiterà dal 15 al 19 settembre “Photonics in Switching 2009”, conferenza mondiale per la prima volta in Italia

Quando la tecnologia fotonica, utilizzata per trasportare “informazioni” alla velocità della luce, entrerà anche nelle case degli italiani porterà benefici di varia natura: diminuirà costi e dimensioni degli apparecchi, che richiederanno un minor consumo energetico, garantirà una sempre maggiore capacità di trasmissione dei dati e, addirittura, permetterà di navigare in internet con una velocità oggi difficilmente immaginabile per gli utenti.

Le ultime ricerche nel campo della fotonica saranno le protagoniste di “Photonics in Switching 2009, conferenza internazionale organizzata a Pisa (presso il Gran Hotel Continental, Tirrenia) tra il 15 e il 19 settembre 2009 dal Centro di Eccellenza per l’Ingegneria dell’Informazione, della Comunicazione e della Percezione (CEIICP) della Scuola Superiore Sant’Anna, in collaborazione con il Consorzio CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), IEEE Photonics Society e IEEE Italy Section, sostenuta da Telecom Italia e da Ericsson.

Sono anche altri i motivi che rendono particolarmente interessante la conferenza, sia per gli scienziati che – in prospettiva – per quanti utilizzano Internet e cioè tutti noi: grazie a “Photonics in Switching 2009” si lavora per progettare Internet del futuro,  più veloce rispetto a quello attuale, oltretutto assorbendo meno energia e con la possibilità di trasportare ed elaborare una quantità di dati almeno 100 volte superiore in confronto ad ora. Alla conferenza saranno inoltre presentati esperimenti – record a livello mondiale sull’uso delle tecnologie fotoniche.

Per quattro giorni Pisa, grazie all’impegno di uno dei maggiori centri di ricerca per le comunicazioni ottiche qual è quello costituito dal CEIICP della Scuola Superiore Sant’Anna e dal CNIT, diventerà quindi la sede dove si riuniranno i maggiori esperti per pensare alla fotonica che verrà.

Le ultime edizioni “Photonics in Switching”si sono tenute in Giappone e USA. Per la prima volta il convegno arriva in Italia, leader nella ricerca in questo campo: il 15 per cento dei risultati della ricerca che saranno presentati al convegno sono stati raggiunti grazie all’impegno di scienziati italiani. Una percentuale che risulta particolarmente significativa, tenuto conto che a “Photonics in Switching 2009” parteciperanno oltre 50 scienziati provenienti dall’Oriente (in particolare dal Giappone e dalla Korea), più di 60 europei e circa 20 americani, selezionati tra gli scienziati dei maggiori centri di ricerca e fra le personalità di tutte le aziende mondiali operanti nel settore.

Fonte: SSSUP

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: