Pubblicato da: CSpadoni | 23 aprile 2010

Agritwitter, spuntano tweet dai campi

Si può, in 140 caratteri, descrivere la vita di un’azienda agricola?

Mercati e... conversazioni... - farmers market di Imola

Qui, ogni tanto, torno a vendere qualche padella di pesche. Nella foto, il titolare dell'azienda agricola Spadoni Francesco (ach, mi sono scordato di fargli firmare la liberatoria 😉 !

Sì! Il bello è che oltre a raccontare cosa succede nella propria Impresa (ho scritto apposta la “I” maiuscola, per la tanta fatica che il consumatore non vede quando tiene in mano una bottiglia di vino o una padella di pesche… babbo Francesco insegna) si possono condividere le proprie storie, ci si può confrontare con gli amici, i clienti, i “colleghi”, si può coltivare un’idea.

Ecco Agritwitter. Nulla di speciale. Una lista. (Mi correggo: il “nulla di speciale” è riferito alla lista. Super-speciali sono le persone che ne fanno parte!)

L’idea mi è venuta qualche mese fa, seguendo l’esperienza statunitense di @Followfarmer. Ogni giorno, poi, lavorando nel mondo della comunicazione su Internet per l’agricoltura, mi saltano all’occhio (o al feed) tanti spunti di riflessione.

Esistono anche in Italia tanti agricoltori (viticoltori, olivicoltori, allevatori,…) che rilanciano sul web le proprie esperienze. Agricoltori che creano momenti di comunicazione. O che contribuiscono alle conversazioni (cit. Cluetrain Manifesto), testimoniando come internet sia un media straordinario per la diffusione della conoscenza e per confrontarsi con i propri mercati anche nel settore agroalimentare o del food&wine (non perdetevi questo, domani, se potete).

Cosa puoi fare?

a) seguire la lista

b) commentare

c) chiudere questa pagina se non ti interessa ;-(

d) aiutarmi a fare un logo per Agritwitter o un mash-up sfruttando le API di Twitter (!)

Chi non c’è?

a) non ci sono consorzi o associazioni, a meno che non siano gli agricoltori che postano direttamente i propri messaggi

b) non ci sono aziende agrituristiche che pubblicano solo le offerte per i fine settimana (fanno benissimo, ma non rientrano nella mia idea di Agritwitter)

c) forse mancano tanti altri agricoltori, quindi, se ne conosci (o se tu che stai leggendo sei un agricoltore) scrivimi @cspadoni, inserendo il tag #agritwitter nel tuo tweet.

Per chi non è pratico di Twitter, un’agevole (spero) tabella è riportata a questo link, con l’elenco di tutti gli attuali 56 ‘agritwitter’ (se ci sono sviste, ti sarei grato se volessi comunicarmele, grazie!)
Creative Commons License
Questo post è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: